el6ato y el7opo

Il Blog Peggio Frequentato della Rete

IMPARIAMO A COMBATTERE CON EL6ATO – 12

Lesson n.12:

LA CAPOCCIATA RUSSA

Getta l’avversario in un mare di gas.

Altri esempi:

 

 

 

 

E queste le aggiungo così,

senza un vero perché:

 

——————————————————————————————————-

LA CAPOCCIATA RUSSA, nata dalla Rivoluzione, fu il primo tentativo, su scala nazionale, di applicazione pratica delle teorie sociali ed economiche di Karl Marx e Friedrich Engels.
All’inizio del 1917 la Russia, dopo tre anni di guerra, era stremata. Le perdite ammontavano a più di sei milioni tra morti, feriti e prigionieri e tranne alcune vittorie sul fronte austriaco, vittorie ormai vanificate dagli eventi, la Russia aveva subito una grave serie di sconfitte che avevano comportato la perdita della Polonia russa, portando così il fronte all’interno dei suoi stessi confini.

Nelle città mancavano viveri e combustibile, anche a causa dello stato disastroso in cui versava il sistema ferroviario, e nelle campagne l’inquietudine dei contadini aumentava a causa del sempre maggior numero di reclutati per la guerra.

Il regime zarista, chiuso a riccio nella difesa del principio dell’autocrazia, aveva ormai perso del tutto il contatto con la realtà della Russia, al punto che anche molti degli elementi più conservatori delle classi tradizionalmente alleate del regime stavano prendendo coscienza che solo un’uscita di scena di Nicola II, e forse dello stesso zarismo, avrebbero loro permesso di mantenere il controllo dello stato.

Gennaio

Scioperi e agitazioni di testa a Pietrogrado

Febbraio

La testata di febbraio
26 — 50 dimostranti vengono uccisi in Piazza Znamenskaja a capocciate 
27 — Le truppe si rifiutano di sparare sui dimostranti (o testardi, come venivano chiamati), diserzioni. Prigioni, tribunali e il palazzo dell’Ochrana vengono incendiati. Le guarnigioni si uniscono ai rivoluzionari. Si forma il Soviet di Pietrogrado.

Marzo

1 — Ordine Nr.1 del Soviet “head quarter” di Pietrogrado: la testa non deve morire
2 — Nicola II sbatte la testa a uno spigolo. Si forma un governo provvisorio sotto il Primo Ministro Principe Lvov

Aprile

3 — Ritorno di Lenin in Russia. Pubblica le sue Teste di Aprile.
20 — Viene pubblicata la nota di Miliukov. Cade il governo provvisorio, e sbatte a uno spigolo procurando un discreto bernoccolo nell’economia russa

Maggio

5 — Si forma un nuovo governo provvisorio. Kerenskij ministro della guerra e della marinara

Giugno

3 — Primo Congresso Pan-russo dei Soviet a Pietrogrado. si chiuderà il 24 alle 12:32, in tempo per “Beautiful”.
16 — Kerenskij ordina l’offensiva capocciona contro le forze Austro-Ungariche. Successo iniziale

Vladimir Lenin
Vladimir Lenin, capo della Rivoluzione Bolscevica d’Ottobre

Luglio

2 — Termina l’offensiva capèocciona russa. Trockij si unisce ai Bolscevichinghi
4 — Dimostrazioni anti-governative a Pietrogrado
6 — Contrattacco tedesco e austro-ungarico. I russi si ritirano nel panico, saccheggiando la città di Tarnopol. Viene ordinato l’arresto dei “capi” Bolscevichi
7 — Lvov si dimette. Kerenskij è il nuovo Primo Ministro, la testata russa viene definitivamente usata nella guerra
22 — Trockij e Lunačarskij arrestati

Agosto

26 — Finisce il secondo governo di coalizione
27 — Il Generale Kornilov tenta un Colpo di stato che fallisce, Kornilov viene arrestato e imprigionato.

Settembre

1 — La Testata Russa viene dichiarata una Repubblica
4 — Trockij e altri vengono liberati. Trockij diventa il capo del Soviet di Pietrogrado
25 — Si forma il terzo governo di coalizione

Ottobre

10 — Il Comitato Centrale Bolscevico si riunisce ed approva la capocciata russa
11 — Congresso dei Soviet delle regioni settentrionali, fino al 13
20 — Primo incontro del Comitato Rivoluzionario Militare di Pietrogrado
25 — Inizio della rivolta a Pietrogrado. Kerensky mangia una insalata, ci mette per la prima volta maionese e suttaceti. L’anno dopo perfezionerà quella che verrà chiamata l’insalata russa.
26 — Presa del Palazzo d’Inverno. Secondo Congresso dei Soviet. I delegati Menscevichi e della destra dei SR se ne vanno in segno di protesta contro il colpo di testa. Decreti sulla pace e la riforma terriera. Dichiarato il governo dei Soviet – il Consiglio dei Commissari del Popolo – dominato dai Bolscevichi con Lenin come presidente in testa.

Dicembre

20 — Feliks Dzeržinskij, appena nominato commissario degli affari interni, fonda la Commissione Straordinaria Combattente per la Controrivoluzione e il Sabotaggio, la Čeka, poi la cambia, ma perde tutto al poker tre giorni dopo. Si sparerà in un ginocchi e morirà quarant’anni dopo in terribili sofferenze.

 

giugno 7, 2007 - Posted by | All'alba del ventunesimo secolo, Devolution, Diamo un nome alle Cose, Dipartimento Scuola Educazione, IMPARIAMO A COMBATTERE CON EL6ATO

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: